mercoledì 7 novembre 2007

VIOLENZA, RAZZISMO FRA IMMIGRATI E STRAGI SCOLASTICHE: E L'EUROPA SI FA UN PO' PIU' AMERICANA!

Et Voilà! Oggi l’Europa è un po’ più americana…ieri giornali, politici, associazioni scolastiche e compagnucci vari si erano subito lanciati contro “l’aggressione razzista ai danni di un giovane studente marocchino. Oggi l’esultanza gli muore in bocca visto che, a quanto parrebbe, gli aggressori sarebbero dei ragazzi filippini. Amarezza per costoro (non i filippini ma i soliti benpensanti politicamente corretti), visto anche che nel caso della ragazza inglese sgozzata senza tante cerimonie a Perugia sia in realtà coinvolto un tal Lumumba Diya. No! Non è uno dei personaggi de “il Re Leone” ma un congolese,per carità uomo esotico che organizzava eventi itellettual-etnico-mondani per la Perugia notturna, desiderosa d’aprirsi al villaggio globale con uno spinello in bocca e un libro di Sepulveda in mano. Come Ylenia, figlia di Albano e Romina, scomparsa a New Orleans tra droghe, locali fumosi e trombettisti di colore. Qualcuno se la sarà goduta per l’ultima volta prima di gettarla nella spazzatura. Intanto mentre Rifondazione Comunista e compagnucci si danno un gran da fare per opporsi a presunti progetti di epurazione e espulsione di massa dei virtuosi ROM che tanto bene si trovano nella loro riserva di caccia privata “Italia”, dalla Finlandia arriva la notizia shock: studente di 18 anni, armi in pugno fa strage nella sua scuola dopo aver annunciato il futuro gesto con un video su YouTube. Eccola qui, in tutto il suo moderno splendore, una gioventù in perdita, come un brodo primordiale che prima di diventare vita si smarrisce in zuppa. Così anche in Europa l’autocastrazione nichilistica miete le sue prime vittime. E non vi racconto quello che leggo ogni giorno sui giornali Irlandesi e Inglesi…gente lasciata morire appesa, ragazzini ubriachi che ammazzano un tassista a colpi di Karate, tanto per divertimento, e via cantando, ogni giorno il consueto bollettino di follia e autodistruzione di una gioventù a cui si è tolta ogni speranza per il futuro e a cui, forse irrimediabilmente, si è contaminato il tessuto sociale e territoriale con la follia multietnica. Una società disordinata, dai valori caotici e disordinati, incapace di incarnare una qualsiasi autorità che diffonde su YouTube o MySpace tutto il suo zoo di animali in cattività, dove si fa la fila per entrare nelle aule giudiziarie a vedere gli assassini o si pubblicano sui giornali i siti internet delle vittime. Eccoli allora i giovani, soggetti di spettacolo e intrattenimento, e chiappe di fuori pronte a darla via o catene alla mano a entrare nella cronaca nera, per il compiacimento voyeurista di un popolo di vecchi spenti che non a saputo far altro della propria gioventù che gettarla al vento dei propri interessi materiali.
L'Ostile

3 commenti:

nuovopatriota ha detto...

Purtroppo, come scrissi anche tu, siamo di fronte ad una società debole, dal polso malfermo. Ed i risultati si vedono nelle giovani leve: promiscuità, droghe, permissivismo. I padri stessi sono deboli, e la debolezza viene amplificata nei figli. Non è una colpa mirata alla famiglia moderna; essa è il frutto dell'epoca moderna. Dove i genitori non hanno più neppure il tempo materiale per badare ai figli, dovendo lavorare come bestie da soma. I nostri avi, avevano nella madre una figura perennemente presente nella famiglia e nella educazione, i padri erano figure forti che, da soli, tenevano saldo il mantenimento. C'era più rigore. Quello necessario a vivere con decoro. Decoro che oggi grazie al comunismo imperante, grazie all'Islam che vuole schiacciarci, non c'è più.

+nuovopatriota+
[usate il corano: la carta igienica costa!]

Imperterrito ha detto...

Vedendo il blog di quello psicopatico non si può non notare come assomigli, in modo preoccupante, a quello del nuovopatridiotacicciottello.

Stesse manie di grandezza, onnipotenza, foto che lo ritraggono con la pistola (lui con la spada), fanatismo, totalmente fuori dalla realtà, lui che ama la sua spada più di ogni altra cosa. Sinceramente non mi sorprenderebbe se un giorno il nostro fido nuovopatridiotacicciottello facesse una strage. Se andasse fuori di testa come quello. I segni premonitori ci sono tutti. Mi spiace per voi polentoni-analfabeti che ci andrete di mezzo! :D

Da internare subito insomma!

Imperterrito

Anonimo ha detto...

Ueh...
A fascistò (l'Ostile) nun ce toccà Lumumba...
Copio e Incollo direttamente da www.repubblica.it:
"Un "assassino" che va. Un "assassino" che viene. Da Patrick Lumumba a Rudy Hermann Guede. Lo zairese e l'ivoriano. Il primo esce, il secondo entra (in galera)"

Ueh...
A rincoglionì (Imperterrito) ma vuoi vedere che stavolta hai ragione tu?!?!?!?!
Non era stato "quel" negro... era stato "quell'altro" negro...

Ave!!!
Il Penitente
Lord Invictus