giovedì 1 novembre 2007

DONNA SEVIZIATA A ROMA: IL MONDO POLITICO IN FERMENTO VERSA LE CONSUETE LACRIME DA COCCODRILLO!

Moglie di un ufficiale di marina, Giovanna Reggiani 47 anni e' stata aggredita nei pressi della stazione ferroviaria di Tor di Quinto a Roma Capitale d'Italia, violentata come fosse solo una bambola di gomma, picchiata e seviziata e buttata via dopo l'uso, ancora agonizzante, in un fosso. Fermato il solito immigrato...non un tirolese, non un norvegese, non un belga, ma non ci crederete mai, un romeno.
Profondamente impressionato per il fatto di Tor di Quinto si e' detto il Capo dello Stato. Napolitano ha chiesto alle istituzioni 'ogni sforzo' per garantire la sicurezza dei cittadini, mentre Veltroni reo di aver trasformato Roma in un ricovero di zingari ROM, accattoni e delinquenti di varia risma ed etnia, e clandestini, chiede un fantomatico "pugno di ferro"...
Come dire, anche i coccodrilli piangono...
L'Ostile

Non una periferia estrema, non una periferia isolata, ma un quartiere come tanti a Roma che si trova tra due zone 'bene', il quartiere Parioli e il Flaminio. Giovanna Reggiani, una donna esile di 47 anni, ieri scende dal trenino e varca la soglia della stazione ferroviaria, poi e' un incubo che a Roma non ha precedenti. L'aggressione, la violenza, le sevizie e il suo corpo esanime abbandonato in un fossato nelle campagne che circondano la stazione. Gli investigatori della squadra mobile, ma anche i medici dell'ospedale Sant'Andrea, dove ora la donna e' in stato di coma, parlano di una 'violenza inaudita'. Contusioni, ecchimosi al volto e in tutto il corpo.Dopo l'aggressione la polizia ha fermato un ragazzo romeno di 24 anni, il suo nome dovrebbe essere Moilat Romulus Nicolae, anche se la comparazione delle sue impronte digitali potrebbe rivelare una diversa identita'. Il romeno, che non ha precedenti penali in Italia ma che avrebbe alcune pendenze per furto in Romania, era arrivato da qualche mese e aveva scelto di vivere nelle baracche del campo rom abusivo della zona. Per lui oggi la Procura di Roma ha ipotizzato il reato di omicidio volontario chiedendo la convalida del fermo avvenuto ieri sera.
L'Ansa.it

9 commenti:

Filippo84 ha detto...

Ostile, leggi qua:

http://euro-holocaust.splinder.com/post/14535782

...e dimmi cosa ne pensi. Io condivido in pieno.

nuovopatriota ha detto...

Io ogni notte, con le mie preghiere da Crociato, aggiungo la speranza che queste bestie, giunte in Italia grazie ai Sinistroidi e ad un'Europa decadente ed in mano alle lobbies di potere, possano mettere le mani non sulle donne del cittadino medio, non sulle donne degli appartenenti alla casta dello Stato, ma a quelle dei politici come Ferrero e Amato, Diliberto e Bertinotti, Prodi e compagnia bella.
Sai perchè amico mio?
perchè sono le donne a fare un uomo, nel loro focolare.
Tu pensa alla moglie di Ferrero, che sa quanto imbecille sia il marito, una sera torna a casa, e un romeno ha stuprato la loro figlioletta o nipote.
Vuoi scommettere che il ministro-fantoccio cambia casa o gli tocca girare con il cappuccio bianco in testa?

+nuovopatriota+
[mai domi! il vero patriota è irriducibile!]

l'Ostile ha detto...

Sottoscrivo Nuovo Patriota.

Filippo, si conosco la linea di Euro-Holocaust al riguardo. Come sempre la logica specchiata e ben supportata de elementi e fonti di Euro-Holocaust, non può che suscitare consenso. Purtuttavia il problema dei Romeni , ha differenza di altre etnie e nazionalità, è quella di avere al proprio interno una seconda "entità" una etnia nell'etnia, un "popolo" nel popolo che già da molto prima delle ultime ondate migratorie postcomuniste, si è radicata in Italia con tutto il suo bagaglio di criminoso parassitismo che gli è proprio. Questi ROM, o zingari, o Zigani, Gitani o come diamine vogliamo chiamarli e che, nonostante tutto, trovano ancora la simpatia di alcuni pseudo intellettualoidi, e di cui Veltroni e compagnia hanno riempito la nostra ex-bella Capitale. Suggerisco pertanto oltre alla lettura di Euro-Holocaust, ma come completamento e non come visione alternativa, l'articolo di Effe di Effe: EFFE di EFFE sugli zingari e sui Romeni .

Filippo84 ha detto...

Per l'Ostile

Io, nel mio ultimo intervento, ho sposato la linea di Lif1, ponendo l'accento (come già hai detto tu) sulla distinzione tra zingari e Romeni europei (2 gruppi molto diversi).

L'articolo di Blondet l'ho già letto e condivido anche quello.

nuovopatriota ha detto...

http://www.corriere.it/cronache/
07_novembre_02/spedizione_punitiva_contro_rumeni.shtml

... e si comincia..


+nuovopatriota+
[italia agli italiani! bula bula nella foresta!]

OraBasta ha detto...

Niente da aggiungere.... solo che la gente normale alla lunga s'incazza... e quando s'incazza anche il più liberale e democratico inizia a picchiare e sparare, ma l'hanno voluto loro.

l'Ostile ha detto...

Nuovo Patriota...quante volte te lo devo dire di non uscire la sera che prendi umidità :)

Ottimo...ci apro subito un post!

nuovopatriota ha detto...

La difficoltà maggiore è stata quella di mettere il casco sopra l'elmo..
;)

+nuovopatriota+
[fermane uno... ne spunteranno altri cento!]

l'Ostile ha detto...

;)